web analytics

Pizzo Meriggio

by Tre.Ski.Bike on

Dove, Come & Quando

Quando:
Tipo escursione: -
Luogo: -
Zona o Massiccio:

Indice di gradimento

Panorama:
Natura:
Valutazione complessiva:

[In riferimento alla data di effettuazione dell’escursione]

Informazioni Generali

Partenza: Nei pressi della Chiesa di San Carlo - Faedo. 557 m.
Arrivo: Nei pressi della Chiesa di San Carlo - Faedo. 557 m.
Come arrivare: SS38 dello Stelvio fino a Sondrio, quindi seguire le indicazioni per Faedo.

Difficoltà

Scala fisica:
Scala globale:
PD
Scala sci:
S3

Caratteristiche Itinerario

Percorso seguito: Da Faedo per il Dosso della Croce.
Dislivello in salita: 1600 m circa.
Dislivello in discesa: 1600 m circa.
Punti di interesse:
Punto più alto: Pizzo Meriggio. 2370 m.
Tempi: Un giorno intero.
Condizioni del percorso o della neve:

Generamente buone condizioni d’innevamento, neve prevalentemente farinosa.
Sciata abbastana remunerativa anche se in alcuni tratti sotto i 1500 m circa si sentivano sotto gli sci ancora le tracce vecchie che rovinavano un poco la fluidità della sciata, oltre e in parte alle piante.

Condizioni meteo:

Bel tempo.
Assenza di vento e limpido.

Multimedia

Mappa:

Link & Download

Note & Commenti

Gita effettuata da Giovanni Rovedatti.

SALITA: Dai pressi della Chiesa di San Carlo 557 m (Faedo Valt.), stacca una stradina che con largo giro in senso antiorario conduce a Gaggi 780 m. Ora salire in direzione SW seguendo una mulattiera nel bosco. Si giunge così a San Bernardo 1052 m. Salirne i suoi bei prati per entrare poi nel soprastante, rado bosco. Salirlo in direzione SSW a raggiungere il Dosso della Croce 1446 m. Proseguire, sempre per rado bosco e sempre in direzione SSW, ad incrociare il, quasi sempre tracciato, itinerario al Pizzo Meriggio, (attorno ai 1800 m di quota). Ancora rado bosco e medesima direzione, tagliando i tornanti di una strada dalla dubbia utilità, per giungere alla base del costone NNE della Punta della Piada 2122 m.
Verso i 2000 m aggirare verso E la Punta della Piada 2122 m, arrivando così al colletto a S di quest’ultima (2090 m circa). Ora con percorso inconfondibile seguire il costone NE del Pizzo Meriggio. Esso oltre la quota 2228 m, si restringe in una cresta, sempre percorribile però con gli sci fino alla croce di vetta.

DISCESA: Per il medesimo itinerario. Tener presente che da San Bernardo a Gaggi, a meno di un innevamento eccezionale, è preferibile seguire la stradina che, pur con un lunghissimo giro in senso orario e numerosi, noiosi saliscendi, permette di evitare il poco sciabile bosco.

Written by: Tre.Ski.Bike

Rispondi

Questo sito usa Akismet per ridurre lo spam. Scopri come i tuoi dati vengono elaborati.

%d blogger hanno fatto clic su Mi Piace per questo: